Certificazione

La certificazione di qualità ISO 25000 implica ovviamente l'intervento di un Ente terzo, accreditato da un Ente di accreditamento. In genere presuppone un percorso di sperimentazione e valutazione dei risultati.


Scala progressiva attività
Scala progressiva di applicazione


La certificazione può riguardare il prodotto software, il contenuto dei dati di una banca dati o una combinazione di software e dati, rilasciabile dall'AENOR.

La qualità del software, relativa ad uno o più prodotti, è certificabile ISO 25000 per quanto riguarda le caratteristiche di idoneità funzionale e manutenibilità:

idoneità funzionale Logo Certificato ISO Idoneità funzionale e manutenibilitàLogo certificato ISO Mantenibilità

Loghi di certificazione della qualità del software


La qualità dei dati, relativa ad una o più banche dati, è certificabile per quanto riguarda le caratteristiche di qualità inerenti i dati (accuratezza, attualità, coerenza, completezza, credibilità).


iso25012
Logo di certificazione della qualità dei dati

La prima certificazione ISO 25012 al mondo è stata rilasciata nel 2017.

I prodotti
certificati ISO 25000 in Europa dal 2013 a metà 2017 sono stati: 4 sulla manutenibilità, 4 sulla idoneità funzionale e 1 sulla qualità dei dati.

Tra i fattori facilitanti l'iniziativa di certificazione, del software o dei dati, di cui si riportano alcuni
esempi, si possono annoverare i seguenti:

- buoni risultati nell'attività di valutazione;
- capacità/possibilità di correggere le eventuali anomalie intercettate;
- previsione di budget per l'attività;
- disponibilità di risorse dedicate;
- coinvolgimento del committente, owner del software e dei dati, specialmente ove occorra la partecipazione nella rimozione di eventuali anomalie;
- condivisione dei modelli di qualità tra committente/cliente, fornitore, sub-fornitore;
- pre-esistenti certificazioni ISO 9001 e ISO 27000.

La certificazione consente, oltre ai vantaggi già citati per la valutazione, di:
- assicurare che i dati sono affidabili e di alta qualità;
- ottenere il riconoscimento formale e la credibilità di fronte al mercato;
- garantire maggiore sicurezza alle applicazioni "mission critical" e "life critical", salvaguardando i rischi riguardanti l'ambiente, l'economia, la salute.


Si riportano infine dei
Link, con ulteriori informazioni, che inquadrano la problematica degli standard ISO 25000 e delle entità che operano nella varie fasi di applicazione delle norme, dalla sperimentazione alla certificazione.

Informativa sulla Privacy e sui Cookies.
Non è consentita la copia o la stampa dei contenuti © 2017-2018 iso25000.it

Utenti connessi

Certificazione: un cammino percorribile