Requisiti & Valutazione

La valutazione del prodotto è l'attività che completa l'impegno di applicazione ai requisiti dei modelli di qualità e della misurazione. Può essere condotta, con diversa valenza, in modo autonomo (auto valutazione) o da un valutatore indipendente o accreditato, per sfociare nella certificazione (vedi di seguito l'immagine sulla scala di valore); in ogni caso ogni fase rappresenta un punto di merito e nel caso più sofisticato una spinta verso un vero salto di qualità.

La valutazione sintetizza tutte le fasi dell'ISO 25000, tenendo conto anche dell'ISO/IEC 25030 "Quality requirements" e ISO/IEC 25040 "Evaluation process".

Requisiti e valutazione
Ciclo della qualità basato sull'ISO 25000 - SQuaRE
"La qualità dei dati: concetti e misure", UNI - Unificazione & Certificazione, 2016

Come mostrato in figura, l'adozione dei modelli di qualità, integrati con i requisiti del sistema, del software, dei dati e dei servizi, agevola la misurazione della qualità complessiva e la valutazione dei risultati. Le conseguenti attività di re-engineering e benchmarking, consentono eventuali miglioramenti iterativi dei requisiti, dei processi e dei prodotti.

La valutazione del prodotto si evolve secondo una scala crescente di valore ed è attuabile secondo diversi vincoli, pubblici e privati, con graduali possibilità e opportunità:
- progetto sperimentale ISO 25000 senza valutazione (attività interna informale);
- auto valutazione (attività interna più strutturata);
- valutazione indipendente (attività in cui interviene un valutatore indipendente);
- valutazione indipendente di un Ente accreditato;
- certificazione di qualità ISO 25000:
. sulla funzionalità e/o manutenibilità di un progetto software;
. sulle qualità inerenti di una o più banche dati.


Scala progressiva 1
Scala progressiva di applicazione

Tra i fattori facilitanti l'iniziativa di valutazione del software i dei dati si possono annoverare:
- la motivazione del middle e top management;
- previsioni di budget;
- il coinvolgimento del cliente/committente;
- il coinvolgimento degli addetti alla produzione;
- l'esistenza di gruppi di lavoro di servizio a diversi settori aziendali;
- la capacità di elaborare o far elaborare i requisiti;
- la presenza di strumentazione per il calcolo delle misure;
- la possibilità di aggiornare le specifiche documentali interessate;
- la capacità di correggere le eventuali anomalie intercettate.

Le fasi di valutazione, supportate da rapporti di conformità agli standard, consentono di fornire feedback per definire eventuali successive attività.

Informativa sulla
Privacy. Informativa sui Cookies.

Utenti connessi

Requisiti & valutazioni: verso la qualità certificata