Requisiti & Valutazione

La valutazione del prodotto è l'attività che completa l'impegno di applicazione ai requisiti dei modelli di qualità e della misurazione. Può essere condotta, con diversa valenza, in modo autonomo (auto-valutazione) o da un valutatore indipendente o accreditato; in ogni caso rappresenta un punto di merito e nel caso più sofisticato una spinta verso un vero salto di qualità.

E' una sorta di indicatore dello stato di salute dell'azienda e può essere la sintesi di tutte le fasi dell'ISO 25000, tenendo conto anche dell'ISO/IEC 25030 "Quality requirements" e ISO/IEC 25040 "Evaluation process".

Requisiti e valutazione
Ciclo della qualità basato sull'ISO 25000 - SQuaRE
"La qualità dei dati: concetti e misure", UNI - Unificazione & Certificazione, 2016

Come mostrato in figura, l'adozione dei modelli di qualità, integrati con i requisiti del sistema, del software, dei dati e dei servizi, agevola la misurazione della qualità complessiva e la valutazione dei risultati. Le conseguenti attività di re-engineering e benchmarking, consentono eventuali miglioramenti iterativi dei requisiti, dei processi e dei prodotti.

La valutazione del prodotto segue una scala crescente di valore, illustrata nell'immagine seguente, i cui passi sono tutti meritevoli di positiva considerazione e attuabili secondo i vincoli e le graduali possibilità e opportunità:
- progetto interno ISO 25000 senza valutazione;
- auto-valutazione;
- valutazione indipendente;
- valutazione indipendente di un Ente accreditato;
- certificazione di qualità ISO 25000.

Copia progriso25000

Tra i fattori facilitanti l'implementazione dell'iniziativa di valutazione si possono annoverare:
- la formazione e le competenze;
- la motivazione del management e le previsioni di budget;
- la capacità di elaborare i requisiti e le conseguenti misure;
- la possibilità di far elaborare tali analisi anche da terze parti;
- la capacità di correggere le anomalie intercettate.

In particolare per la valutazione della qualità dei dati, ove le problematiche sono in genere più trasversali nell'organizzazione, se non a volte fuori di essa, può risultare di grande supporto anche:
- la motivazione e il coinvolgimento del cliente o del committente;
- l'esistenza di un gruppo operativo cross-enterprise dedicato;
- comitati di coordinamento.

La fase di valutazione, supportata da rapporti di conformità agli standard, consente di fornire feedback all'organizzazione e di porre le basi per eventuali successive attività di change management.
Informativa sulla Privacy. Informativa sui Cookies.

Utenti connessi

Verso la qualità certificata